Una ragazza cittadina immersa nella campagna

Martedì 14 agosto 2012 – Saint-Galmier, Chaponost, Mornant.

Tutti i martedì mattina di luglio e agosto, il roseto di Saint-Galmier organizza una colazione per illustrare i luoghi da visitare nel territorio; quale occasione migliore per scoprire la zona? Appena arrivati mi viene offerta una tipica colazione forezienne, con jus de fruit, pain grillé e marmellata, insieme a una sportina con dépliant e guide del Forez. Appagata, mi metto alla scoperta della roseraie, aperta nel 2000 e con centinaia di rose antiche e nuove, alcune molto particolari, di colori anche insoliti (vedi il lilla) e profumatissime. Lì accanto è stata aperta quest’anno una mini fattoria forezienne, con galli, galline, capre e montoni. Un giardino davvero curato e rilassante con panchine, alberi, uno stagno e sculture contemporanee.

Voglio questi fiori!

Da lì parto quindi alla scoperta dell’acquedotto romano di Gier, costruito da Adriano nel 120 e abbandonato già nel IV secolo, che portava l’acqua a Lugdunum (Lione) con un percorso di circa 70 km. Il tratto più lungo che si conserva in ottime condizioni è a CHAPONOST, a pochi chilometri dalla metropoli, per un totale di 550 metri. Le vestigia sono abbastanza ben conservate, soprattutto se si considera che in mezzo e di fianco ci passa la strada e alcuni pezzi sono stati inglobati negli edifici successivi; in alcuni tronconi si vedono addirittura i rivestimenti di lastre bianche tipo mosaico, i conci mattone scuro e la cabaletta interna. Un altro posto in cui è possibile vedere l’acquedotto è il paesino di MORNANT, in mezzo ai monti del Lyonnais, dove si vede un tratto sotterraneo e il raccordo con un’altra arcata immersa nella vegetazione. La presenza di turisti è praticamente nulla, così c’è il tempo anche per fare un giretto nel paese più moderno, con una bella chiesa gotica. Sulla strada di ritorno mi fermo a Saint-Syphorien-sur-Coise, altro paesino medievale, dominato dall’imponente cattedrale gotica, posta in cima al borgo antico.  

550 m di acquedotto a Chaponost
Acquedotto sotterraneo a Mornant

Visto che è ancora presto, faccio un salto alla sorgente Badoit, situata a Saint-Galmier ( a pochi chilometri da casa), a prendere una bottiglia di acqua petillante, che sgorga naturalmente frizzante proprio in questo posto esatto dall’epoca romana (o anche prima probabilmente). E poi finalmente a casa, cotta e stanca, visto che oggi pomeriggio la temperatura si è alzata fino a 32°, con un sole ancora più cocente dei giorni precedenti (e la mia pelle lunare mal sopporta tutto ciò).

Source Badoit a Saint-Galmier
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...